20 Ottobre 2017
che c´ di nuovo

GRAZIE !!!

05-07-2009 - News Generiche
In questo periodo ho ricevuto, con piacere, varie dimostrazioni d´affetto per la mia pensione che arriva dopo 40 anni di lavoro.

Ma la testimonianza che più mi ha commosso è stata quella dell´amico Francesco Petroni con il quale ho collaborato per tutto il periodo in cui è stato Sindaco dal 1980 al 1995. Con il suo consenso la pubblico sul sito internet dei fornacettesi e lo ringrazio pubblicamente. Su alcuni temi "toccati" da Francesco avremo occasione di parlarne nel prossimo futuro.

Ecco la lettera.

Caro Mauro,
nel momento in cui ti appresti a lasciare il Palazzo Comunale, da dipendente, per andare in pensione, permettimi di esprimerti le mie più sentite congratulazioni per il qualificato impegno che hai messo a disposizione della nostra collettività in tutti questi anni. Non dimentico i 15 anni durante i quali ho avuto il piacere di lavorare insieme a te, e non posso che evidenziare l´importante contributo, in termini di lavoro e di idee, che hai apportato alle scelte fondamentali del nostro Comune, scelte che rimarranno negli anni impresse nella realtà della nostra popolazione. Come non ricordare, ad esempio, intorno al 1982-83 quando il compianto Italo Geloni veniva a parlare con noi dicendoci - "Non posso credere che non si riesca a trovare tra le pieghe del Bilancio comunale una cifra così modesta per poter mandare i nostri ragazzi in visita ai Campi di sterminio". La trovammo, decidemmo di far partire questo progetto e tu fosti esemplare nello spronarmi a ricercare l´accordo compatto della Giunta, insieme al tuo maestro Professor Piero Giusti, allora Assessore che era sempre al mio fianco. Abbiamo seminato bene, nel tempo molti Comuni hanno seguito il nostro esempio. E come non ricordare le dieci impegnative marce della Pace, per le quali insieme a tutti noi sei stato un grande propulsore. Sono certo che siamo riusciti insieme a seminare valori che la nostra popolazione non dimenticherà. E´ dal 1995 che sono "fuori dal Palazzo", ogni tanto mi vado a rivedere l´ultima intervista che mi facesti in quell´occasione e nella quale mi chiedevi cosa avevo intenzione di fare in pensione. Ti risposi che avrei investito il mio impegno futuro nel Volontariato. Tu mi conosci, non potevo rimanere inerte, volevo realizzare qualcosa di grande per la nostra Fornacette. Insieme a tutti i miei collaboratori siamo riusciti a costruire questa nuova, bella struttura nella quale ha trovato sede la Pubblica Assistenza, l´Avis, oltre ad una serie di servizi di riabilitazione sanitaria che sono a disposizione dei cittadini di tutta la Valdera. Sono molto orgoglioso di aver contribuito alla sua realizzazione e di esser riuscito a mantenere, grazie al lavoro e alla volontà di tutti, l´impegno che preannunciai in quell´intervista. Oggi mi dici che anche tu, alle soglie della tua pensione, hai deciso di dedicare il tuo tempo e il tuo impegno futuro a favore della nostra collettività, mettendoti a disposizione della categoria dei commercianti di Fornacette e chiedendo il sostegno delle associazioni culturali e di volontariato del nostro paese. Sono certo che sei la persona giusta per provare ad unire e tenere insieme costruttivamente questa categoria economica così importante per la vita del nostro paese. Conseguire questo obiettivo non sempre è stato facile negli anni in cui abbiamo provato a farlo insieme. Ma sono sicuro che la tua esperienza, unita al giusto interesse dei commercianti, consentiranno a te di trasmettere valori che permettano, ad esempio, di far si che una parte dei ricavi delle iniziative che realizzerete verranno investiti in solidarietà, destinati agli ultimi. Proprio in questi giorni i dati ci dicono che oltre un miliardo di persone nel mondo soffrono la fame. Sono convinto che una persona con i tuoi valori riuscirà a rendere partecipi di questo problema, nel loro piccolo, anche i commercianti del nostro paese. Si, caro Mauro. Tu vai in pensione ma le tue idee sono giovani, moderne e Fornacette ha ancora bisogno di te, del tuo impegno, del tuo lavoro. Rispetto a questo progetto mi hai chiesto un aiuto e un contributo, come si dice "dietro le quinte". Sarò felice di aiutarti se lo riterrai necessario ed opportuno ma..."molto dietro le quinte" !
e questo perché non vorrei essere d´intralcio per il percorso che metterai in moto con i commercianti dal momento che, come ben sai, io sono visto come un uomo di parte e quindi una mia partecipazione diretta potrebbe creare problemi anche a te. Sia ben chiaro che sono orgoglioso di "essere di parte". Nei giorni scorsi ho visto alla televisione (su Rai 2) un documentario della serie "La Storia siamo noi" dedicato alla commemorazione dei 25 anni della morte di Enrico Berlinguer. Mi sono emozionato nel ricordare un grande italiano, un grande Comunista che ha saputo trasmettere ad un intero popolo grandi valori, 25 anni dopo ancora con noi e con le stesse idee. Si può scegliere nel corso della storia di contaminarsi con altre culture politiche progressiste, ed io sono d´accordo. Ma io provengo da quella storia e sono fiero ed orgoglioso di essere un Comunista Italiano. Detto questo, comunque, se avrai bisogno o riterrai opportuno richiedere un mio modesto parere, per te sarò sempre disponibile. Di nuovo tanti auguri per la tua meritata pensione, salutami tua figlia, la tua cara moglie. Sono contento di essere stato proprio io ad unirvi in matrimonio nella nostra "Casa comunale". Non sono pratico del computer accetta così questo scritto. Grazie Mauro, per quello che hai fatto e per quello che farai per la nostra amata Fornacette. Ti saluto alla vecchia maniera.

Saluti Fraterni

Francesco Petroni

Luglio 2009

Nella foto l´inaugurazione del palazzetto dello sport di Calcinaia del 13 novembre 1993 con la partecipazione dell´Assessore regionale allo Sport Carlo Gattai

Fonte: gdg

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]