27 Aprile 2017


che c´è di nuovo

Il Partito Democratico per una nuova Farmacia Comunale alle Fornacette

00-00-0000 - News Generiche
Si richiede cortesemente la diffusione del seguente
comunicato stampa, così come riportato di seguito.
Certi della vostra attenzione, porgiamo
Cordiali saluti

p.PD Fornacette
il segretario
Luca Bindi
(3473086526)

---

LIBERALIZZAZIONI
UNA FARMACIA COMUNALE PER FINANZIARE LE POLITICHE
SOCIO-SANITARIE LOCALI
Intervento di Luca Bindi, segretario del Circolo del Partito
Democratico di Fornacette

FORNACETTE, 25 GENNAIO 2011 - Quello delle liberalizzazioni
e della programmazione nel settore delle farmacie è un
questione di grande interesse per i nostri cittadini. Nel
vivace dibattito attorno a questo tema, il dato di partenza
è che il nostro Paese sconta un incredibile ritardo
normativo su tutta la materia: il settore sembra avere
assoluto bisogno di una forte iniezione di concorrenza,
apertura al mercato, superamento di tutti quei vincoli e di
quelle rendite di posizione - come l´ereditarietà
dell´esercizio - che portano i soggetti ad operare
talvolta in una sorta di regime monopolistico locale. Va da
sé che quello farmaceutico non è certo l´unico settore
dove le liberalizzazioni potrebbero portare ad un
miglioramento del servizio e prezzi più bassi. Su questo,
il Governo Monti sembra orientato ad intervenire con
decisione e autorevolezza, per fare quello che, in otto
degli ultimi dieci anni, il "campione liberale"
Berlusconi non si è azzardato neppure a nominare.

Al contempo c´è bisogno di consentire agli enti locali
- per lo meno a quelli più virtuosi - stretti nella
morsa dei tagli e delle restrizioni alla spesa, nuove
opportunità per il reperimento di fondi soprattutto per
rafforzare i capitoli e gli investimenti nel welfare locale,
nel settore socio-sanitario, nel sostegno alle famiglie
più bisognose, all´handicap, al recupero dei fenomeni di
emarginazione sociale, in una fase in cui la crisi economica
morde di più. Questa è la nostra impostazione, dal
chiaro segno progressista, che si contrappone a chi da
destra, con populismo e demagogia, ha spacciato per
razionalizzazione della spesa la distruzione dello stato
sociale, mentre nel frattempo ha lasciato la mano libera
agli evasori fiscali di professione, alla corruzione, al
clientelismo.

In questo quadro di recente il Partito Democratico di
Fornacette ha approvato un documento politico di indirizzo
affinché l´Amministrazione Comunale di Calcinaia possa
valutare concretamente l´opportunità dell´apertura di
una farmacia comunale. Un´esperienza che anche nei comuni
vicino al nostro (Pontedera, Santa Maria a Monte, Ponsacco)
sta portando risorse all´ente locale, con l´introduzione
di positivi elementi di concorrenza a beneficio dei
cittadini e di salvaguardia degli interessi collettivi. Sia
essa in forma associata con altri comuni o con la presenza
di partner privati che garantiscano gli investimenti,
l´efficienza e l´efficacia della gestione, questa scelta
potrebbe garantire il futuro di quelle attività
socio-sanitarie che, spesso in collaborazione con il
volontariato locale, caratterizzano il livello e la
qualità dei nostri servizi pubblici. È da auspicare
inoltre che possa essere Fornacette a candidarsi ad ospitare
per prima questa esperienza, visto che il capoluogo può
contare già sulla presenza di due farmacie. Nei prossimi
giorni il PD di Fornacette valuterà l´opportunità di
indire una raccolta di firme a sostegno di questa proposta,
affinché il Comune di Calcinaia predisponga uno studio di
fattibilità per una nuova farmacia comunale e, nel caso
l´ipotesi fosse ragionevolmente perseguibile, faccia
richiesta alla Regione per una sua apertura nel rispetto dei
parametri e delle condizioni previste dalle normative.



Fonte: gdg

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]