20 Ottobre 2017
che c´ di nuovo

PER FRANCESCO COERENTEMENTE

05-10-2015 11:45 - News Generiche
Francesco Petroni Sindaco di Fornacette dall'80 al '95
Il 5 ottobre di un anno fa, veniva a mancare l'amico Francesco Petroni. L'ultimo Sindaco Comunista di Fornacette che ha dedicato tutta la sua vita al servizio della gente e del Partito, coerente con gli ideali che sempre lo hanno accompagnato. La giustizia sociale, la difesa dei più deboli, il rispetto e il confronto con i cittadini che avevano affidato a lui il mandato, non facile, per il governo del Comune dal 1980 al 1995. In 15 anni che ha ricoperto la carica Primo cittadino, ha dato un forte impulso alla crescita, allo sviluppo e al benessere del nostro paese. Non mi sembra questa l'occasione nè la sede per ricordare l'elenco delle varie opere realizzate, i servizi e gli strumenti innovativi che hanno portato il nostro Comune ad occupare una posizione di rilievo in Valdera e in Toscana. Si. Qualche ingenuità l'abbiamo a commessa, ma sempre con onestà e trasparenza. Io che ho avuto la fortuna di collaborare strettamente con lui, per tutto il periodo di Sindaco, posso testimoniare che è stata una scuola di vita che mi ha fatto capire e maturare, sia ideologicamente che nei quotidiani rapporti con i cittadini e la realtà sociale nelle sue varie sfaccettature. Un impegno concreto a sostegno delle aziende locali, dei lavoratori, dei bambini, delle associazioni. Con i principi e i valori della solidarietà e della Pace. I ricordi di una esperienza che ancora oggi mi accompagnano e mi rendono orgoglioso, accomunati dallo stesso ideale. Potendo disporre di tempo sarebbe interessante entrare nel merito della vita pubblica e politica di Francesco. Una storia fatta di obiettivi certi e concreti "dalla parte degli ultimi" come si amava definire lui. Molti gli aneddoti, talvolta anche divertenti. Per omaggiare Francesco vi racconterò un episodio che fece molto rumore. Erano gli anni 80. Gabry, (Gabriele Orsini) grazie a lui, ma anche a Francesco, si trasferì dall'Isola di Napoleone a Fornacette per ricoprire la carica di Segretario comunale. Si formò così un trio tutto fornacellese efficace quanto particolarmente attivo e affiatato. Grazie alla fantasia, che a quei tempi non mancava, senza dire niente a Francesco, Gabry e io mettemmo in giro la voce che anche Fornacette avrebbe potuto partecipare alla regata calcinaiola con una propria barca di colore bianco. La notizia preoccupò soprattutto gli amici di Calcinaia perché si evidenziò anche la partecipazione dei vogatori elbani che erano pronti ad allenarsi nel Fosso a Fornacette. Scoppiò un putiferio nelle stanze del palazzo comunale e ci toccò chiedere scusa, dicendo che si scherzava. Francesco che era un mediatore nato, ci richiamò all'ordine e riportò tutto in chiaro con la saggezza, la pacatezza e la pazienza che solo lui poteva mostrare. Caro Francesco, ad un anno dalla tua morte ti vogliamo ricordare così, brillante e sereno come allora e in un mondo così effimero un impegno ce lo vogliamo prendere anche noi. Cercare di raccogliere la tua pesante eredità politica, il tuo insegnamento per le generazioni future. Lo so Francesco, è molto difficile, ma penso valga la pena provarci... Ciao Francesco...saluta Gigi, Cristiano e Piero.

Mauro Pardini

Fornacette, 5 ottobre 2015


Fonte: gdg

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]