20 Luglio 2018
che c´ di nuovo

EX VELODROMO: CON L´ACCORDO PROCEDIMENTALE MENO UNITÁ ABITATIVE E PIÚ SERVIZI

11-05-2018 17:42 - News Generiche
Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato relativo all´area del Velodromo che ci ha inviato l´ufficio Stampa del Comune di Calcinaia.

Ci fa piacere, dopo diversi giorni dalla presentazione della petizione pubblica, pensare di aver in parte impedito la cementificazione dell´area della Pista attraverso l´approvazione dell´Accordo Procedimentale che riduce l´impatto ambientale di due tersi (18 appartamenti contro i 52 iniziali previsti inizialmente) e aumenta servizi per il paese. Insomma un accordo più razionale che coinvolge tutti i cittadini. Possiamo dirci soddisfatti di questo risultato conseguito dalla Sindaca Lucia Ciampi insieme al Consiglio comunale e ai cittadini del Gruppo "sirivolelapista.0". Siamo sempre stati convinti che la partecipazione, il confronto pagano e non ci "guastiamo" se talvolta le nostre idee non sono condivise da tutti, la politica è dialogo e rispetto. Doti che non sono condivise da tutti e anche nel Circolo Operaio c´è chi ci ha apostrofato malamente accusandoci di essere sovversivi. E fin qui tutto previsto. Quello che non era previsto è la presa di posizione della ex consigliera comunale oggi dipendente di un servizio sanitario pubblico locale ha postato sui social "seidifornacette..." una posizione imbarazzante, inopportuna e inaccettabile che rimandiamo al mittente. Ecco il post qui di seguito: "Prima di fare assemblee e raccogliere firme vorrei consigliare a chi ha dato vita a polemiche inutili prima di fare certe azioni informarsi grazie". Ora davvero s´è fatto tardi. Grazie Sindaca per il tuo impegno nei confronti dei cittadini. Sul rispetto dei diritti di cittadinanza e sulla difesa delle nostre tradizioni ci troverai sempre al tuo fianco (quello di sinistra ovviamente).
A presto

Mauro Pardini uno del
Gruppo "sirivolelapista.0


Calcinaia, 9 Maggio 2018

Comunicato Stampa
EX VELODROMO: CON L´ACCORDO PROCEDIMENTALE MENO UNITÁ ABITATIVE E PIÚ SERVIZI

Minor impatto ambientale, più servizi e vivibilità, a vantaggio dell´intero centro fornacettese. Sono queste le positive conseguenze dell´accordo procedimentale relativo all´area dell´ex Velodromo che è stato approvato durante la seduta del consiglio comunale dello scorso Lunedì 30 Aprile. Un accordo fortemente voluto dall´amministrazione comunale di Calcinaia, che porterà a una consistente riduzione delle unità abitative inizialmente previste dal Piano di Recupero, pari a ben ⅔. Le abitazioni da costruire non saranno infatti più 52, ma solamente 18.
Ma non è questo l´unico aspetto significativo sul fronte della sostenibilità a livello urbanistico, ambientale e della mobilità. Sull´area sorgeranno due fabbricati residenziali e un edificio ad uso commerciale direzionale, oltre al parco pubblico. In particolare, si prevede che tale struttura possa ospitare al piano superiore, di circa 900 metri quadrati, uffici, mentre al piano terra, per un totale di 1100 metri quadrati, uno o più esercizi commerciali. Questo consentirà una rivitalizzazione dell´area centrale di Fornacette, coniugando attività residenziale e servizi, utili non solo a chi vivrà nelle nuove abitazioni, ma a tutti i fornacettesi.
"Ciò che l´amministrazione comunale è riuscita a raggiungere con questo accordo spiega il Sindaco, Lucia Ciampi - dà il senso di come l´area dell´ex Velodromo potrà effettivamente essere riqualificata sul piano architettonico e urbanistico, in equilibrio con il resto di Fornacette, andando anzi a valorizzare la realtà dell´intero paese".
"I servizi ai cittadini che potranno trovare sede nell´area dell´ex Velodromo continua il Sindaco risponderanno non solo alle esigenze delle famiglie che andranno a stabilirsi nelle nuove abitazioni, ma anche a quelle del resto della popolazione di Fornacette. In un´ottica più ampia e d´insieme, quest´ultimo potrà rappresentare un immaginario collegamento tra il cuore del Centro Commerciale Naturale fornacettese, che si sviluppa lungo l´asse della Tosco Romagnola, e le attività che sorgono invece lungo la direttrice di via Della Botte".
"Il tutto termina il Sindaco - avverrà nel rispetto della memoria di quello che il Velodromo ha rappresentato per la storia locale. Nel Piano di Recupero rimangono infatti come punti fermi la costruzione del Museo della Bicicletta e l´ideazione, la realizzazione e l´ubicazione in loco di un´opera che ricordi le origini e le vicissitudini sportive di quel luogo, che è stato protagonista di una fase importante del nostro passato".
"Ciò che vedrà la luce nell´area dell´ex Velodromo precisa l´Assessore all´urbanistica, Cristiano Alderigi - sarà un quartiere autosufficiente e integrato con il centro di Fornacette, in grado anzi di ampliarne i confini e renderlo più attrattivo e capace di soddisfare le necessità della popolazione, offrendo a tutti maggiori servizi. Tale obiettivo sarà raggiunto con un intervento di rigenerazione urbana, di un´area di fatto dismessa, che cercherà di evitare soluzioni impattanti sia a livello ambientale, sia sul piano del traffico".
Ad oggi sono già partiti i lavori per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria (che comprendono strade, aree a verde e parcheggi) e secondaria (il Museo della Bicicletta).
"L´accordo procedimentale conclude l´Assessore apre la strada a un nuovo iter, che vedrà il susseguirsi di diversi passaggi. Il primo sarà la presentazione ufficiale all´amministrazione comunale degli elaborati richiesti alla proprietà dell´area, tra cui uno studio sulla mobilità veicolare nella zona interessatA dall´intervento e la progettazione degli edifici con l´utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, per poi approdare successivamente all´adozione della variante al piano di recupero.



Fonte: gdg

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata