26 Aprile 2018
che c´ di nuovo

LO SPIRITO DELLA PISTA...

06-01-2018 20:44 - News Generiche
Il libretto di Mao
Il 12 gennaio 2018 alle 5 e mezzo del pomeriggio, presso i locali del Circolo Operaio Arci, (g.c) familiarmente ribattezzato "Grubbe" da noi di Fornacette, si terrà una riunione contro la cementificazione della Pista aperta a tutti i Cittadini affinché siano date risposte concrete alle numerose domande che riguardano il futuro dell´area del Velodromo e per soddisfare il bisogno di trasparenza.

Per l´occasione sarà proiettata la prima di un film inedito delle attività sportive che si sono svolte dagli anni 60 in poi nel mitico velodromo intestato a Nevilio Casarosa, Partigiano di Fornacette. Una carrellata di ricordi e di personaggi che trasporteranno lo spettatore in un´altra dimensione, ovvero nel magico mondo della Pista con mamme, nonne e bimbi a giocare e a divertirsi come ai vecchi tempi.

Il 12 gennaio ci sarà inoltre la possibilità di un confronto serio e serrato tra i cittadini partecipanti circa il progetto di recupero dell´area che prevede la costruzione di 52 appartamenti, che a noi del Gruppo WhatsApp Sirivolelapista.0 (che politicamente non rappresenta nessuna associazione o partito politico), non ci convince perché andrebbe a gravare un contesto già fortemente compromesso dalla viabilità che riguarda il centro storico, la Scuola Media, la Circonvallazione e le case esistenti con un sistema di viabilità che già oggi non funziona.

Noi avevamo in mente , qualche tempo fa e ancora oggi, un´altra idea del centro di Fornacette e plaudiamo l´amministrazione comunale per l´investimento minimo che ha potuto spendere per le "palle" con la partecipazione e il contributo dei cittadini che hanno scelto il progetto che risponde ai principi qualità-costi.

Insomma noi siamo contro la cementificazione selvaggia del territorio che ha portato il nostro Comune ad avere, rispetto ai suoi 15 kmq, la più alta densità di abitanti residenti superiore ai Comuni dell´interland milanese. Quindi diciamo stop alle nuove costruzioni sia residenziali che artigianali e industriali e rispetto a queste ultime esiste la possibilità di recupero dei fabbricati costruiti e poi dismessi o abbandonati. Dunque su questo vogliamo portare la discussione e il confronto.

Il nostro Pianeta ci ringrazierà insieme ai nostri nipoti. Il 2018 è il 50° Anniversario del 1968 un anno che cambiò il mondo e per noi che c´eravamo oggi diciamo: proviamoci ancora "ragazzi"!!! Nel cassetto dei ricordi della mia militanza politico-sportiva, conservo con affetto il libretto Rosso con le citazioni delle opere del Presidente cinese Mao Tze tung che a Fornacette (definita allora Piccola Russia) iniziò a circolare in occasione dei primi tornei di calcio paesano che si tenevano sul campetto interno della Pista, Autori di questa significativa trovata fu la squadra "Oriente Rosso" capitanata da Gabri (il lupo perde il pelo ma non il vizio) che entravano in campo con il libretto rosso da consegnare ai giocatori della squadra avversaria.

Potrei citare altri cento episodi che caratterizzarono gli anni 60 e 70 (come il record assoluto di giri della Pista ancora mai eguagliato detenuto dall´amico Attilio Menicucci) giusto per raccontarvi la funzione della Pista verso i giovani del paese. La Pista non ha rappresentato solo il ciclismo, ma anche il calcio, il tennis, il tiro al piattello, il pattinaggio, l´atletica leggera con i Giochi della Gioventù anni 60´, il tiro paesano alla fune, concerti di cantanti famosi, il Circo, il teatro, le corse dei cavalli oltreché le feste de L´Unità nel quieto Parco dei Pini.

Possiamo sostenere che l´impianto rappresentò e spesso si sostituì alle funzioni proprie del Comune in tema sociale, ed è per questo che noi fornacettesi ce lo sentiamo un po´ anche nostro. E´ vero che giuridicamente l´area della Pista è una proprietà privata ma fatta anche di atti, persone e ricordi che hanno contrassegnato la storia del nostro paese. Portiamo rispetto alla Pista e per tutto ciò che per noi ha rappresentato.

Ma bando alla nostalgia, è ora di pensare al presente e al futuro e lo facciamo, forse con un po´ di ritardo, cercando di porre la questione alle autorità competenti attraverso una petizione che invieremo al Sindaco di Calcinaia affinché possa essere scongiurata l´attuazione del progetto per 52 appartamenti che trasformerebbe l´area in un girone infernale. Qualsiasi cosa verrà deciso noi continueremo a dire come si pensa sulle questioni che riguardano la vita sociale di Fornacette.

Come diceva Giorgio Gaber "Democrazia è partecipazione" e ci fa piacere pensare che le autorità competenti oggi in carica non vogliano essere ricordate per aver dato vita ad un ecomostro paragonabile al Cavalcaferrovia e alla Circonvallazione, ma per un´area a Verde dove tutti i cittadini grandi e piccoli potranno utilizzarla in tutta sicurezza. A Fornacette sentiamo il bisogno di ricordare ma anche di immaginare e progettare un paese migliore.
brindisi augurale per tutti e Buon Anno

Mauro Pardini



Fonte: gdg

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata